martedì 2 agosto 2011

caviglie fragili


Torna il caldo, dio volesse.
Il capo è in ferie, in ufficio ce la smazziamo tra colleghe in un clima idilliaco che se me lo avessero detto lo scorso anno, di questi tempi, non ci avrei creduto.
Faccio cose, vedo gente
, nella misura in cui i tre neuroni che mi consentono di sopravvivere me lo permettono, leggo poco, guardo la tv, ho preso una pausa dalla tastiera.
L'estate sta viaggiando veloce, non ho nemmeno voglia di andare al mare quando fa bello.
Quattro settimane alle ferie...non mi passa più!

per quanto riguarda il titolo...certi giorni stare sui tacchi per ore è un'impresa eroica!

9 commenti:

  1. forza forza forza, che 4 settimane passano veloci :P cmq anche io quando il capo andava in ferie me la godevo liberamente, tu pensa, lo facevo anche quando si prendeva il giorno libero ... era come se arrivasse all'improvviso, una ventata di aria fresca :)
    buona serata

    RispondiElimina
  2. Fare cose e vedere gente è il mio motto per quest'agosto! ancora dieci giorni e poi finalmente...VACANZAAAA!

    ps. concordo, sopratutto con il caldo si sta meglio con i piedi per terra!

    RispondiElimina
  3. dai, dai, quale sara' la meta?

    RispondiElimina
  4. bello,bello, bello!! Il tuo blog è proprio bello! Ti seguirò.. anche se tra tanti.. =) Vally

    RispondiElimina
  5. Infatti, dove andrai? Comunque è vero, i tacchi sono una sofferenza...

    RispondiElimina
  6. Anchio ho l'impressione che quest'estate stia passando troppo veloce! Non me ne sto nemmeno rendendo conto!

    RispondiElimina
  7. se nell'attesa fai cose e vedi gente già è tanta roba... se poi proprio non ce la fai, per restare nella citazione cinematografica... puoi sempre consolarti in piena notte con un barattolo gigante di nutella!!!

    RispondiElimina
  8. ...e infatti io ne sono scesa :-)

    RispondiElimina