mercoledì 22 maggio 2013

A letto senza cena

Dopo mesi mi sono concessa un aperitivo con le colleghe. Due calici di rosso e una serie di stuzzichini che pareva un monumento al verme solitario. Sono arrivata a casa brilla e satolla. Il Principe ha immaginato che non volessi mangiare e si è preparato cena senza battere ciglio. Ho infilato il pigiama e mi sono tirata addosso le coperte con l'idea di prendere mezz'oretta di sonno invece sono svenuta. Ho riaperto gli occhi intorno alle 2.30 completamente disidratata. Ho bevuto mezzo litro d'acqua e sono scivolata nell'incoscienza fino al suono della sveglia.
Oggi sembro rinata.

6 commenti:

  1. Sarai sicuramente un fiore! :D

    RispondiElimina
  2. E' vero, fare l'animale sociale ogni tanto fa bene, sopratutto se poi abbinato a una bella dormita... Però è avere la voglia di farlo il problema!

    RispondiElimina
  3. satollarsi brillantemente è un esercizio (sempre) opportuno.

    RispondiElimina
  4. eh eh caspita capita anche me dopo li vino bianco, abbondante, stessi sintomi :)

    RispondiElimina
  5. Beh una volta ogni tanto un peccatuccio ci può stare....

    Un bacione

    RispondiElimina