domenica 10 giugno 2012

[cinema] Il buio oltre la siepe






















In questa bella domenica di sole, ovunque tranne che sul Castello e d'intorni, la sottoscritta, tatuata al divano, ha goduto della visione di questo pilastro della cinematografia. Ispirato all'omonimo romanzo di Harper Lee, che fece vincere all'autrice il premio Pulitzer, guadagnò ben 5 premi Oscar nel 1962. La storia viene illustrata dalla voce narrante di  Jean Louise "Scout" Finch, che rievoca la sua infanzia in una cittadina dell'Alabama nel 1932. Il film affronta il tema della diversità, la discriminazione razziale, la paura legata all'ignoranza. Drammatico ma istruttivo, in bianco e nero, interpetato splendidamente da Gregory Peck; fu il film d'esordio di Robert Duvall. Se non l'aveste ancora visto cercatelo Imperativo catergorico assoluto

7 commenti:

  1. Il film non l'ho visto, ma ho amato il libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non l'ho mai letto però è in lista! :D

      Elimina
  2. Film eraviglioso! Concordo pienamente. Imperdibile :)

    RispondiElimina
  3. lo lessi alle medie, ancora me lo ricordo... molto bello, anche il film non è da meno...

    RispondiElimina